TRADUZIONI

Traduzioni e interpretariati rappresentano il nostro core business dal 1979. Lo staff interno collabora con oltre 750 traduttori professionisti.

Essenziale e fondamentale è per noi la qualità dei servizi offerti. Per questo motivo, non solo scegliamo traduttori madrelinguisti di comprovata abilità e professionalità, ma sottoponiamo ogni testo ad una doppia revisione interna.
Per traduzione, si intende quell'azione di trasposizione del significato da una lingua ad un'altra. Questo processo richiede una profonda conoscenza sia della grammatica, sia del vocabolario e della cultura di entrambe le lingue in questione. Qualsiasi testo, scritto o orale, espresso in una lingua non può pertanto essere tradotto pedissequamente e letteralmente, ignorando così l'immensa e incessante evoluzione culturale di cui ogni lingua è l'espressione.
La terminologia specifica, le espressioni idiomatiche, gli elementi localizzanti sono, quindi per Studio Ligabue, oggetto di costante ricerca e aggiornamento attraverso glossari e ricerche mirate.

La traduzione di un manuale in lingua, di un catalogo, o più genericamente di tutti quegli strumenti di publishing di cui le aziende sono dotate, è oggi un lavoro tanto importante quanto vitale per le imprese che lavorano su mercati esteri o che necessitano di approcciare nuovi mercati o nuove partnership commerciali.
I processi di globalizzazione e di apertura di “nuovi mercati”, nel corso del tempo, ci hanno portato ad gestire innumerevoli lingue.
Le traduzioni italiano-inglese, italiano-francese, italiano-tedesco o italiano-spagnolo che sono state lo storico core dei servizi di trasposizione linguistica delle imprese del territorio, oggi sono affiancate e quasi superate per volumi e numero di richieste sempre più consistenti dalle traduzioni italiano-russo, italiano-cinese, italiano-portoghese, italiano-arabo.

La complessità e la diversità legislativa e culturale di ogni paese, obbliga spesso le imprese a traduzioni giurate” con l’aggiunta inoltre di “apostille che hanno valore giuridico e legale e quindi fungono da documento incontrovertibilmente accettato tra le parti nel significato che esso espone.

TRADUZIONI GIURATE E APOSTILLATE

L’asseverazione (anche comunemente chiamata “traduzione giurata” o “traduzione certificata”) è solitamente richiesta per attestati, diplomi, certificati, contratti, lettere d’incarico, atti di processo e, in generale, in tutti i casi in cui è necessario che sia attestata ufficialmente la corrispondenza del testo tradotto a quanto presente nel testo originale, in modo che la traduzione abbia validità nel paese in cui dev’essere utilizzata.

Come si fa ad asseverare una traduzione?

Si tratta, per il traduttore che ha redatto la traduzione, di recarsi personalmente davanti a un funzionario del Tribunale o del Giudice di Pace a ciò preposto, e firmare un verbale che viene successivamente allegato ai testi presentati (il testo originale e il testo tradotto), in cui è riportato il suo giuramento di aver “bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidatogli, al solo scopo di far conoscere la verita”. La sottoscrizione del verbale comporta per il traduttore l’assunzione ufficiale della responsabilità civile e penale relativamente alla traduzione.

Normativa di riferimento: art. 5 R.D. 9 ottobre 1922, n. 1366

La legalizzazione della traduzione serve a certificare la provenienza degli atti e la qualifica di chi li ha firmati. Consiste nell’attestazione ufficiale (mediante apposito timbro) della qualità legale del Pubblico Ufficiale che ha apposto la propria firma su un documento, nonché dell’autenticità della firma stessa.

Alcune autorità consolari richiedono traduzioni effettuate da un traduttore giurato, cioè un traduttore iscritto tramite un numero di registrazione in determinati tribunali italiani. Se le traduzioni sono dirette al consolato, è necessario informarsi su quale tipologia di traduzione asseverata è richiesta (quindi distinguere tra traduzione asseverata e traduzione asseverata effettuata da un traduttore giurato iscritto al tribunale).

Apostille

Apostille de l’Aja. Se la traduzione asseverata deve essere trasmessa all’estero per atti ufficiali, è necessario legalizzare la firma del cancelliere preposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale. Se il testo proviene dall’estero e viene usato in Italia è necessaria la legalizzazione da parte del Consolato o Ambasciata.

Legalizzazione delle firme

Alla legalizzazione delle firme sulle “traduzioni giurate”, “apostille” o “traduzioni asseverate” provvede:

  • la Prefettura, per delega del Ministero degli Affari Esteri - quando si tratta di atti formati in Italia affinché abbiano valore all’estero -e/o reciprocamente quando documenti da una rappresentanza diplomatica o consolare estera, debbano avere  valore in Italia.
  • la Procura della Repubblica, nel caso di atti firmati dai Notai, dai Funzionari di Cancelleria e dagli Ufficiali Giudiziari.
  • la rappresentanza diplomatica o consolare italiana presente nel Paese che ha redatto il documento nel caso di atti e documenti formati all’estero e da valere in Italia.

Numerose Convenzioni internazionali, tuttavia, sopprimono o semplificano le procedure di legalizzazione. Per gli altri Stati comunitari, anche se aderenti alla Convenzione di Bruxelles, resta fermo il regime di legalizzazione, consolare o per Apostille, se aderiscono alla Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961.

TRADUZIONI ITALIANO-INGLESE

Per tutte le aziende che abbiano necessità di traduzioni in italiano-inglese o inglese-italiano, studio Ligabue a Reggio Emilia, offre un servizio ad alto valore aggiunto che si costituisce non solo nella fornitura di traduttori ed interpreti in lingua inglese e madrelingua ma anche in una serie di servizi di consulenza che possano fornire alle aziende o agli enti pubblici, la trasposizione linguistica in virtù di una conoscenza della cultura e della sintassi del paese. Non necessariamente, infatti l’inglese, corrisponde all’americano o all’australiano. Ogni paese, possiede “modi di dire” di interagire e di “costruire significati” che sono il frutto di stratificazioni culturali e rituali tipiche del territorio di appartenenza. La nostra specificità è quindi la traduzione non solo del mero significato letterale ma anche dell’interpretazione che il mittente vuole dare al ricevente nel processo di trasmissione del messaggio e quindi del significato. L’inglese, proprio perché lingua universalmente adottata, porta con sé questo tipo di problematica che viene affrontata di volta in volta con il cliente che conosce bene a chi deve essere rivolto il messaggio.

TRADUZIONI ITALIANO-FRANCESE

Il francese, parlato in oltre 15 paesi al mondo e “lingua ufficiale” in oltre 30 nazioni, nonché insegnata nelle scuole in buona parte di quelle che furono le colonie, per certi versi presenta le stesse criticità dell’inglese. Pur avendo un vocabolario comune, presenta delle significative diversità di pronuncia, e di utilizzo della semantica, declinabili in ogni parte del mondo. Lo studio Ligabue sviluppa traduzioni in Francese con madrelinguisti provenienti dalla Francia ma anche con personale del Nordafrica, centrafricano, belga, svizzero, ecc. Al centro della nostra Società operano tanti traduttori che ci fanno scoprire come “la lingua” non sia solo verbo ma anche attitudine, pensiero e modo di essere.

TRADUZIONI ITALIANO-TEDESCO

Il tedesco, lingua centrale all’interno del business delle imprese Emiliano-Romagnole ma non solo, è sempre stato uno dei servizi più importanti ed apprezzati. Lingua pluricentrica, come l’inglese e il francese, è parlata in 43 paesi al mondo. La lingua tedesca è una lingua flessivo-fusiva. A causa della presenza dei “casi” (di derivazione latina) e della conseguente declinazione dei sostantivi e degli aggettivi, il tedesco è una delle lingue germaniche moderne con la grammatica più complessa. Anche la fonetica, segue delle regole precise, il suo lessico è tanto affascinante quanto ricco di sfumature che si traducono anche in diversi dialetti e declinazioni. La Germania, ma anche la Svizzera e l’Austria, da sempre partners commerciale dell’Italia in molteplici settori produttivi ricoprono un ruolo predominante all’interno del sistema di traduzioni e saranno sempre più centrali proprio in un’ottica di cooperazione e joint-venture alle quali le imprese italiane e alemanne partecipano congiuntamente.

TRADUZIONI ITALIANO-SPAGNOLO

Lo spagnolo ufficiale, detto anche castigliano, è una lingua parlata anche in Latino America. Lo spagnolo, di fatto, per numerosità di popolazione che lo utilizza correntemente assurge ad essere una delle principali lingue del mondo assieme all’inglese e al cinese (che per numerosità della popolazione è parlato da circa 500 milioni di persone).

Le differenze linguistiche all’interno di questo idioma sono significative. Argentina, Messico, Bolivia, Venezuela, Cile, Uruguay, Paraguay, Cuba, hanno differenti modi di interpretazione della lingua e di pronuncia stessa. Anche in questo caso, lo studio Ligabue, è consapevole delle differenze culturali e di tradizione e cerca di legare sempre “il sentito” locale a quello che sono le necessità di “universalità di comprensione”. Questo lavoro affascinante ma complesso, offre l’opportunità di conoscere in profondità le specificità dedicate ad ogni nazione e a volte ad ogni singolo territorio. 

TRADUZIONI ITALIANO-RUSSO

Il Russo, e tutto il gruppo dei territori che lo adottano come lingua ufficiale o obbligatoria, è oggi una delle risorse più importanti per il commercio italiano ed europeo. La Russia, che si è aperta agli scambi commerciali in maniera importante, territorio fertile per l’export, sta sviluppando negli ultimi anni una richiesta di traduzione e interpretariato che cresce ad un ritmo esponenziale.  Lo studio Ligabue, supporta le imprese in questi delicati passaggi dedicati all’export e all’import attraverso la fornitura di traduzioni e servizi di interpretariato specifici per ogni attività commerciale e per ogni mercato che abbia come lingua di scambio comune il Russo.

TRADUZIONI ITALIANO-PORTOGHESE

Il Portoghese, è parlato da più di 200 milioni di persone, è la settima lingua più parlata al mondo, più del tedesco, del francese e dell’italiano. È la lingua ufficiale di otto paesi che differiscono significativamente per cultura e territorio. Il Brasile è certamente oggi il paese a cui sono più orientate le traduzioni in lingua portoghese. Paese economicamente fortissimo, in costante ascesa, è centrale nello scacchiere economico mondiale e punto di riferimento importante per le aziende Italiane prodighe di scambi commerciali e partnership con questo vasto e difforme territorio. I nostri e le nostre interpreti e traduttori provengono sia dal Portogallo che dal Brasile. Conoscono perfettamente la lingua Italiana e riescono a fornire un servizio di traduzione professionale anche per le necessità più tecniche.

TRADUZIONI ITALIANO-CINESE

Inutile dire quanto sia cresciuta l’importanza della Cina all’interno dell’economia mondiale. Da più di un decennio le imprese del territorio emiliano, avanzano processi di delocalizzazione e partnership con la Cina che necessitano di un importante servizio di traduzione ed interpretariato. Il cinese, lingua complessa e molto diversificata al suo interno, porta con sé un modo di vivere ed interpretare il fonema e la scrittura assolutamente peculiare. L’ideogramma, non assumibile allo stato di “alfabeto”, è segno ricco di sfumature e di diversi significati. La traduzione può essere fatta correttamente solo da persone che ne conoscono in profondità la lingua Italiana e che al tempo stesso siano Cinesi. Lo studio Ligabue, nel corso degli anni, ha selezionato un personale altamente qualificato ed affidabile, che è sempre stato apprezzato dalle imprese sia in un contesto di interpretariato che di traduzione e trascrizione linguistica per testi scritti e per colloqui orali nei diversi dialetti in uso: dal cantonese, al mandarino.

TRADUZIONI ITALIANO-ARABO

L’Arabo, è un altro importante focus di traduzioni. L’Italia, nel contesto del Mediterraneo, ha sempre avuto un ruolo centrale negli scambi commerciali con il Nord Africa, ma anche con tutti i paesi del Medio Oriente che parlano Arabo. I paesi arabi parlano dialetti diversi e, forse, non tutti sanno che però scrivono nella stessa lingua. Questo avviene perché l’arabo ha due forme: una letteraria e una orale. 

La lingua letteraria è una vera e propria lingua ufficiale: l’arabo classico, con una prosa sostanzialmente uguale a quella del Corano (scritto nel VII secolo d. C.), è uguale in tutti i 22 paesi della Lega Araba. Oggi si usa nella preghiera, nei discorsi ufficiali, nei telegiornali e per scrivere, ma non si parla. É facile comprendere quindi, come anche questa lingua abbia delle particolarità tutte sue e come necessiti di essere vissuta nel servizio di traduzione in un modo e in quello di interpretariato in un altro.